01Giu/16

Indice di Prestazione energetica

Indice di Prestazione energetica degli edifici

Secondo il decreto del 26 giugno (art.4 c.7) in caso di vendita o affitto, gli annunci immobiliari devono riportare l’indice di prestazione energetica globale (Epgl) e la classe energetica corrispondente. A questo scopo bisogna utilizzare il format approvato dal decreto.

L’EPgl (Indice di prestazione energetica globale), espresso in kWh/m2 per anno, è la sommatoria dei diversi fattori relativi al consumo energetico dell’immobile:

  • EPH,nren: climatizzazione invernale, è la capacità dell’involucro edilizio di contenere il fabbisogno di energia per il riscaldamento e considera anche il rendimento dell’impianto di riscaldamento.

  • EPC,nren: climatizzazione estiva, è la capacità dell’involucro edilizio di contenere il fabbisogno di energia per il raffrescamento e considera anche il rendimento dell’impianto di raffrescamento.

  • EPW,nren: produzione di acqua calda sanitaria;

  • EPV,nren: ventilazione;

  • EPL,nren: illuminazione artificiale nel caso del settore non residenziale;

  • EPT,nren: il trasporto di persone o cose.

Definizione di Classe Energetica degli edifici

In base al valore Epgl dell’immobile da certificare, il decreto prevede delle fasce di consumo contraddistinte da colori e lettere che vanno da ”A4” a “G”.

Contattaci

Altre informazioni sull'Attestato di Prestazione Energetica

Certificato energetico
Costo certificazione energetica APE
Detrazione fiscale
Diagnosi energetica
APE regione per regione
Il Certificatore Energetico
Validità e vizi di forma dell’APE
Procedura di consegna dell’APE
Precisazioni sull’APE
Problematiche tra vecchio e nuovo APE

Qui trovi maggiori informazioni su:
progettazione architettonica,
pratiche catastali ed edili...

ALTRI SERVIZI DI PROGETTAZIONE


Qui trovi maggiori informazioni su:
progettazione architettonica,
pratiche catastali ed edili, riqualificazione energetica, direzione lavori...

Maggiori informazioni sulla certificazione energetica

CERTIFICATO ENERGETICO


Il certificato energetico, chiamato anche Attestato di prestazione energetica A.P.E. è un documento obbligatorio da redigere nei seguenti casi...

DETRAZIONE FISCALE


In caso di ristrutturazione edilizia è possibile ottenere la detrazione fiscale di parte della spesa sostenuta...

IL CERTIFICATORE ENERGETICO


L'Attestato di Prestazione Energetica, in assenza di una normativa regionale, può essere redatta da un tecnico abilitato alla progettazione di edifici ed ...

PRECISAZIONI SULL'APE


Dall'applicazione del decreto n. 6480/2015 sono emerse ulteriori casistiche, pertanto si è reso necessario dover apportare delle integrazioni...

VALIDITA' DELL'APE


l’Attestato di Prestazione Energetica ha una idoneità massima di 10 anni a partire dalla data di registrazione della pratica nel Catasto Energetico...

DIAGNOSI ENERGETICA


La diagnosi energetica è una valutazione complessiva di un immobile concernente il consumo energetico. Si tratta di una relazione molto approfondita...

COSTO DELL'APE


Per quanto riguarda i costi dell’Attestato di Prestazione Energetica (Ex-ACE) c’è molta confusione. Variano da 40€ a 600€. Perché?

APE REGIONE PER REGIONE


Ogni regione e provincia autonoma ha la possibilità di legiferare liberamente in merito alla certificazione energetica. Qui trovi le info su ogni regione.
Richiedi il TUO certificato energetico!
01Giu/16

SIAPE – Nuovo sistema informativo sugli APE

SIAPE - Nuovo sistema informativo sugli APE

Entro 90 giorni dall’entrata in vigore del decreto attuativo l’ENEA dovrà istituire una banca dati a livello nazionale chiamata Sistema Informativo sugli APE – SIAPE per la raccolta dati relativi agli APE.

Le regioni e le province autonome, dovranno poi entro il 31 gennaio di ciascun anno a partire dall’entrata in vigore delle nuove linee guida, inserire i dati nel Sistema Informativo sugli APE.

L’ENEA dovrà raccordare i dati ai catasti regionali degli impianti termici e successivamente si prevede di integrarlo anche con il catasto degli edifici.

In modo tale da dare alle Regioni la possibilità di svolgere i controlli di qualità sul servizio svolto del certificatore in sede di sopralluogo e compilazione dell’APE. 

Il SIAPE quindi servirà per verificare la correttezza dei dati e sulla base di questi, farà attivare accertamenti sulla documentazione APE, il rispetto delle procedure, le congruità delle valutazioni e delle diagnosi, oltre che ovviamente ai calcoli effettuati.

L’ENEA  inoltre sul proprio sito realizzerà una sezione apposita dedicata alla prestazione energetica degli edifici, ed ai relativi dati statistici sugli attestati di prestazione energetica emessi, nel dettaglio:

  • numero dei certificati registrati;

  • numero dei certificati controllati;

  • numero dei certificati validati a seguito di controllo;

  • distribuzione dei certificati per classe energetica.

indicando i dati totali e per annualità, divisi per regione e provincia autonoma, nonché il costo medio di realizzazione dell’attestato di prestazione energetica.

Contattaci

Approfondimenti sull'Attestato di Prestazione Energetica

Nuovo Attestato di Prestazione Energetica
Certificato energetico
Costo certificazione energetica APE
Detrazione fiscale
Diagnosi energetica
APE regione per regione
Il Certificatore Energetico
Validità e vizi di forma dell’APE
Procedura di consegna dell’APE
Precisazioni sull’APE
Problematiche tra vecchio e nuovo APE

Qui trovi maggiori informazioni su:
progettazione architettonica,
pratiche catastali ed edili...

ALTRI SERVIZI DI PROGETTAZIONE


Qui trovi maggiori informazioni su:
progettazione architettonica,
pratiche catastali ed edili, riqualificazione energetica, direzione lavori...

Maggiori informazioni sulla certificazione energetica

CERTIFICATO ENERGETICO


Il certificato energetico, chiamato anche Attestato di prestazione energetica A.P.E. è un documento obbligatorio da redigere nei seguenti casi...

DETRAZIONE FISCALE


In caso di ristrutturazione edilizia è possibile ottenere la detrazione fiscale di parte della spesa sostenuta...

IL CERTIFICATORE ENERGETICO


L'Attestato di Prestazione Energetica, in assenza di una normativa regionale, può essere redatta da un tecnico abilitato alla progettazione di edifici ed ...

PRECISAZIONI SULL'APE


Dall'applicazione del decreto n. 6480/2015 sono emerse ulteriori casistiche, pertanto si è reso necessario dover apportare delle integrazioni...

VALIDITA' DELL'APE


l’Attestato di Prestazione Energetica ha una idoneità massima di 10 anni a partire dalla data di registrazione della pratica nel Catasto Energetico...

DIAGNOSI ENERGETICA


La diagnosi energetica è una valutazione complessiva di un immobile concernente il consumo energetico. Si tratta di una relazione molto approfondita...

COSTO DELL'APE


Per quanto riguarda i costi dell’Attestato di Prestazione Energetica (Ex-ACE) c’è molta confusione. Variano da 40€ a 600€. Perché?

APE REGIONE PER REGIONE


Ogni regione e provincia autonoma ha la possibilità di legiferare liberamente in merito alla certificazione energetica. Qui trovi le info su ogni regione.
Richiedi il TUO certificato energetico!
01Giu/16

Costo certificazione energetica APE

Costo certificazione energetica APE

Financial prospectsPer quanto riguarda i costi dell’Attestato di Prestazione Energetica (Ex-ACE) c’è molta confusione. Variano da 40€ a 600€.

Perché? Innanzitutto questa situazione è dovuta all’abolizione dei minimi tariffari (d.l. “Bersani”, del 4 luglio 2006, n. 223, convertito in l. 4 agosto 2006, n. 248). Questo ha comportato una liberalizzazione del mercato, prima si era vincolati a dei minimi sotto ai quali non si poteva scendere.

Ora però c’è un estremo divario perché alcuni studi professionali hanno mantenuto invariate le parcelle dall’emanazione del decreto (quindi hanno ancora tariffe elevate).

Mentre coloro che applicano tariffe troppo basse, molto spesso non eseguono il sopralluogo (obbligatorio) ed omettono diverse parti del certificato, così da abbattere i costi ed il tempo impiegato nel redigere un Attestato.

In molti di questi casi l’Attestato potrebbe risultare non valido, in altri casi sono delle vere e proprie truffe. Quindi prestate molta attenzione a tariffe molto basse o a certificatori energetici che non effettuano il sopralluogo.

Contattaci

Approfondimenti sull'Attestato di Prestazione Energetica

Certificato energetico
Detrazione fiscale
Diagnosi energetica
APE regione per regione
Il Certificatore Energetico
Validità e vizi di forma dell’APE
Procedura di consegna dell’APE
Precisazioni sull’APE
Problematiche tra vecchio e nuovo APE

Qui trovi maggiori informazioni su:
progettazione architettonica,
pratiche catastali ed edili...

ALTRI SERVIZI DI PROGETTAZIONE


Qui trovi maggiori informazioni su:
progettazione architettonica,
pratiche catastali ed edili, riqualificazione energetica, direzione lavori...

Maggiori informazioni sulla certificazione energetica

CERTIFICATO ENERGETICO


Il certificato energetico, chiamato anche Attestato di prestazione energetica A.P.E. è un documento obbligatorio da redigere nei seguenti casi...

DETRAZIONE FISCALE


In caso di ristrutturazione edilizia è possibile ottenere la detrazione fiscale di parte della spesa sostenuta...

IL CERTIFICATORE ENERGETICO


L'Attestato di Prestazione Energetica, in assenza di una normativa regionale, può essere redatta da un tecnico abilitato alla progettazione di edifici ed ...

PRECISAZIONI SULL'APE


Dall'applicazione del decreto n. 6480/2015 sono emerse ulteriori casistiche, pertanto si è reso necessario dover apportare delle integrazioni...

VALIDITA' DELL'APE


l’Attestato di Prestazione Energetica ha una idoneità massima di 10 anni a partire dalla data di registrazione della pratica nel Catasto Energetico...

DIAGNOSI ENERGETICA


La diagnosi energetica è una valutazione complessiva di un immobile concernente il consumo energetico. Si tratta di una relazione molto approfondita...

COSTO DELL'APE


Per quanto riguarda i costi dell’Attestato di Prestazione Energetica (Ex-ACE) c’è molta confusione. Variano da 40€ a 600€. Perché?

APE REGIONE PER REGIONE


Ogni regione e provincia autonoma ha la possibilità di legiferare liberamente in merito alla certificazione energetica. Qui trovi le info su ogni regione.
Richiedi il TUO certificato energetico!
01Giu/16

Detrazione fiscale

Detrazione fiscale

detrazione_65-bassa

In caso di ristrutturazione edilizia è possibile ottenere la detrazione fiscale di parte della spesa sostenuta.

Ogni anno, in base alla normativa finanziaria, cambia la possibilità di accedere alle detrazioni fiscali.

Questa possibilità è dedicata agli interventi migliorativi che permettono di ridurre i consumi energetici, in particolare è prevista per i lavori relativi la riduzione delle dispersioni termiche degli edifici (sostituzione infissi, coibentazione pareti, posa di un cappotto, ecc.), installazione di pannelli solari termici e fotovoltaici, installazione di caldaie a condensazione e costruzione di nuovi edifici ad alta efficienza energetica.

Con la legge di stabilità 2016 (legge n. 208 del 28 dicembre 2015) è stata prorogata fino al 31 dicembre 2016 la possibilità di richiedere sia la detrazione fiscale del 65% per gli interventi di efficientamento energetico e di adeguamento antisismico degli edifici, sia la detrazione del 50% per le ristrutturazioni edilizie. E’ prorogato fino al 31 dicembre 2016 anche il Bonus Mobili, cioè la detrazione del 50% su una spesa massima di 10’000 euro per l’acquisto di mobili.

Chi sostiene spese per i lavori di ristrutturazione edilizia può fruire della detrazione d’imposta Irpef pari al 36%. Per le spese sostenute dal 26 giugno 2012 al 31 dicembre 2016, la detrazione Irpef sale al 50%.

Una detrazione del 50% spetta anche sulle ulteriori spese sostenute, dal 6 giugno 2013 al 31 dicembre 2016, per l’acquisto di mobili e di grandi elettrodomestici di classe non inferiore alla A+, nonché A per i forni, per le apparecchiature per le quali sia prevista l’etichetta energetica, finalizzati all’arredo dell’immobile oggetto di ristrutturazione.

La detrazione è, invece, pari al 65% delle spese effettuate, dal 4 agosto 2013 al 31 dicembre 2016, per interventi di adozione di misure antisismiche su costruzioni adibite ad abitazione principale o ad attività produttive che si trovano in zone sismiche ad alta pericolosità.

Per le prestazioni di servizi relative agli interventi di recupero edilizio, di manutenzione ordinaria e straordinaria, realizzati sugli immobili a prevalente destinazione abitativa privata, si applica l’aliquota Iva agevolata del 10%.

Le pratiche di detrazione fiscale si devono inviare tramite il portale dell’ENEA (Agenzia Nazionale per le nuove tecnologie, l’energia e lo sviluppo economico sostenibile), il quale gestisce le detrazioni fiscali per il risparmio energetico del patrimonio edilizio esistente. Inoltre ha l’incarico di effettuare le verifiche ed i controlli dei requisiti richiesti dalle norme nell’ordine del conseguimento del risparmio energetico.

I beneficiari delle detrazioni sono tutti i contribuenti: persone fisiche, professionisti, società ed imprese. Coloro che sostengono delle spese per la ristrutturazioni di immobili esistenti.

In particolare, le detrazioni vengono riconosciute se le spese sono state sostenute per i seguenti interventi (Art. 1, Legge Finanziaria 2007):

  • comma 344: riduzione del fabbisogno energetico per il riscaldamento dell’intero edificio;

  • comma 345: miglioramento delle prestazioni termiche dell’involucro dell’edificio (attraverso la coibentazione di solai, pareti o la sostituzione di serramenti o parti di essi o l’installazione di schermature solai);

  • comma 346: installazione di pannelli solari;

  • comma 347: sostituzione degli impianti di climatizzazione invernale.

Contattaci

Approfondimenti sull'Attestato di Prestazione Energetica

Certificato energetico
Costo certificazione energetica APE
Diagnosi energetica
APE regione per regione
Il Certificatore Energetico
Validità e vizi di forma dell’APE
Procedura di consegna dell’APE
Precisazioni sull’APE
Problematiche tra vecchio e nuovo APE

Qui trovi maggiori informazioni su:
progettazione architettonica,
pratiche catastali ed edili...

ALTRI SERVIZI DI PROGETTAZIONE


Qui trovi maggiori informazioni su:
progettazione architettonica,
pratiche catastali ed edili, riqualificazione energetica, direzione lavori...

Maggiori informazioni sulla certificazione energetica

CERTIFICATO ENERGETICO


Il certificato energetico, chiamato anche Attestato di prestazione energetica A.P.E. è un documento obbligatorio da redigere nei seguenti casi...

DETRAZIONE FISCALE


In caso di ristrutturazione edilizia è possibile ottenere la detrazione fiscale di parte della spesa sostenuta...

IL CERTIFICATORE ENERGETICO


L'Attestato di Prestazione Energetica, in assenza di una normativa regionale, può essere redatta da un tecnico abilitato alla progettazione di edifici ed ...

PRECISAZIONI SULL'APE


Dall'applicazione del decreto n. 6480/2015 sono emerse ulteriori casistiche, pertanto si è reso necessario dover apportare delle integrazioni...

VALIDITA' DELL'APE


l’Attestato di Prestazione Energetica ha una idoneità massima di 10 anni a partire dalla data di registrazione della pratica nel Catasto Energetico...

DIAGNOSI ENERGETICA


La diagnosi energetica è una valutazione complessiva di un immobile concernente il consumo energetico. Si tratta di una relazione molto approfondita...

COSTO DELL'APE


Per quanto riguarda i costi dell’Attestato di Prestazione Energetica (Ex-ACE) c’è molta confusione. Variano da 40€ a 600€. Perché?

APE REGIONE PER REGIONE


Ogni regione e provincia autonoma ha la possibilità di legiferare liberamente in merito alla certificazione energetica. Qui trovi le info su ogni regione.
Richiedi il TUO certificato energetico!
01Giu/16

APE regione per regione

APE regione per regione

APE-REGIONENel decreto del Presidente della Repubblica del 16 aprile 2013, n. 75 si definiscono le competenze delle regioni e delle province autonome, le quali possono:

a) adottare un sistema di riconoscimento dei soggetti abilitati a svolgere le attività di certificazione energetica degli edifici, nel rispetto delle norme comunitarie;

b) promuovere iniziative di informazione e orientamento dei soggetti certificatori e degli utenti finali;

c) promuovere attività di formazione e aggiornamento dei soggetti certificatori;

d) monitorare l’impatto del sistema di certificazione degli edifici in termini di adempimenti burocratici, oneri e benefici per i cittadini;

e) predisporre, nell’ambito delle funzioni delle regioni e degli enti locali un sistema di controllo della correttezza e qualità dei servizi di certificazione

f) promuovere la conclusione di accordi volontari ovvero di altri strumenti al fine di assicurare agli utenti prezzi equi di accesso a qualificati servizi di certificazione energetica degli edifici.

Pertanto, in base al principio di cedevolezza, ogni regione e provincia autonoma ha la possibilità di legiferare liberamente in merito alla certificazione energetica.

APE regione per regione

Normativa di riferimento Catasto regionale
Abruzzo Legge regionale Costituito più info
Basilicata Legge regionale Non costituito più info
Bolzano (Provincia) Legge provinciale Non costituito più info
Calabria Legge regionale Non costituito più info
Campania Legge regionale Costituito più info
Emilia-Romagna Legge regionale Costituito più info
Firuli-Venezia Giulia Legge regionale Costituito più info
Lazio Linee guida nazionali Non costituito più info
Liguria Legge regionale Costituito più info
Lombardia Legge regionale Costituito più info
Marche Legge regionale Costituito più info
Molise Linee guida nazionali Non costituito più info
Piemonte Legge regionale Costituito più info
Puglia Legge regionale Non costituito più info
Sardegna Linee guida nazionali Non costituito più info
Sicilia Legge regionale In fase di costituzione più info
Toscana Legge regionale Non costituito più info
Trento (Provincia) Legge regionale Costituito più info
Umbria Legge regionale Costituito più info
Valle d’Aosta Legge regionale Costituito più info
Veneto Legge regionale Costituito più info

Contattaci

Approfondimenti sull'Attestato di Prestazione Energetica

Certificato energetico
Costo certificazione energetica APE
Detrazione fiscale
Diagnosi energetica
Il Certificatore Energetico
Validità e vizi di forma dell’APE
Procedura di consegna dell’APE
Precisazioni sull’APE
Problematiche tra vecchio e nuovo APE

Qui trovi maggiori informazioni su:
progettazione architettonica,
pratiche catastali ed edili...

ALTRI SERVIZI DI PROGETTAZIONE


Qui trovi maggiori informazioni su:
progettazione architettonica,
pratiche catastali ed edili, riqualificazione energetica, direzione lavori...

Maggiori informazioni sulla certificazione energetica

CERTIFICATO ENERGETICO


Il certificato energetico, chiamato anche Attestato di prestazione energetica A.P.E. è un documento obbligatorio da redigere nei seguenti casi...

DETRAZIONE FISCALE


In caso di ristrutturazione edilizia è possibile ottenere la detrazione fiscale di parte della spesa sostenuta...

IL CERTIFICATORE ENERGETICO


L'Attestato di Prestazione Energetica, in assenza di una normativa regionale, può essere redatta da un tecnico abilitato alla progettazione di edifici ed ...

PRECISAZIONI SULL'APE


Dall'applicazione del decreto n. 6480/2015 sono emerse ulteriori casistiche, pertanto si è reso necessario dover apportare delle integrazioni...

VALIDITA' DELL'APE


l’Attestato di Prestazione Energetica ha una idoneità massima di 10 anni a partire dalla data di registrazione della pratica nel Catasto Energetico...

DIAGNOSI ENERGETICA


La diagnosi energetica è una valutazione complessiva di un immobile concernente il consumo energetico. Si tratta di una relazione molto approfondita...

COSTO DELL'APE


Per quanto riguarda i costi dell’Attestato di Prestazione Energetica (Ex-ACE) c’è molta confusione. Variano da 40€ a 600€. Perché?

APE REGIONE PER REGIONE


Ogni regione e provincia autonoma ha la possibilità di legiferare liberamente in merito alla certificazione energetica. Qui trovi le info su ogni regione.
Richiedi il TUO certificato energetico!
01Giu/16

Diagnosi energetica

Diagnosi energetica

Diagnosi-energetiche

La diagnosi energetica (o audit energetico) è una valutazione complessiva di un immobile concernente il consumo energetico. Si tratta di una relazione molto approfondita (rispetto all’APE) ed analizza in modo molto dettagliato tutti gli aspetti del sistema impianto/involucro. Grazie alla diagnosi energetica si può capire da cosa sono dovuti gli sprechi energetici e definire gli interventi riqualificativi.

Oltre a definire le caratteristiche strutturali si prendono in considerazione anche il consumo energetico analizzando le bollette.

Dopo un’analisi dettagliata si definisce un piano energetico che prende in considerazione la fattibilità tecnica-economica, gli obiettivi sono:

  • definire il consumo energetico dell’edificio;
  • individuare gli interventi di riqualificazione necessaria;
  • identificare le soluzioni;
  • ridurre le spese e migliorare le condizioni di comfort dell’immobile.

Contattaci

Approfondimenti sull'Attestato di Prestazione Energetica

Certificato energetico
Costo certificazione energetica APE
Detrazione fiscale
APE regione per regione
Il Certificatore Energetico
Validità e vizi di forma dell’APE
Procedura di consegna dell’APE
Precisazioni sull’APE
Nuovo Attestato di Prestazione Energetica

Qui trovi maggiori informazioni su:
progettazione architettonica,
pratiche catastali ed edili...

ALTRI SERVIZI DI PROGETTAZIONE


Qui trovi maggiori informazioni su:
progettazione architettonica,
pratiche catastali ed edili, riqualificazione energetica, direzione lavori...

Maggiori informazioni sulla certificazione energetica

CERTIFICATO ENERGETICO


Il certificato energetico, chiamato anche Attestato di prestazione energetica A.P.E. è un documento obbligatorio da redigere nei seguenti casi...

DETRAZIONE FISCALE


In caso di ristrutturazione edilizia è possibile ottenere la detrazione fiscale di parte della spesa sostenuta...

IL CERTIFICATORE ENERGETICO


L'Attestato di Prestazione Energetica, in assenza di una normativa regionale, può essere redatta da un tecnico abilitato alla progettazione di edifici ed ...

PRECISAZIONI SULL'APE


Dall'applicazione del decreto n. 6480/2015 sono emerse ulteriori casistiche, pertanto si è reso necessario dover apportare delle integrazioni...

VALIDITA' DELL'APE


l’Attestato di Prestazione Energetica ha una idoneità massima di 10 anni a partire dalla data di registrazione della pratica nel Catasto Energetico...

DIAGNOSI ENERGETICA


La diagnosi energetica è una valutazione complessiva di un immobile concernente il consumo energetico. Si tratta di una relazione molto approfondita...

COSTO DELL'APE


Per quanto riguarda i costi dell’Attestato di Prestazione Energetica (Ex-ACE) c’è molta confusione. Variano da 40€ a 600€. Perché?

APE REGIONE PER REGIONE


Ogni regione e provincia autonoma ha la possibilità di legiferare liberamente in merito alla certificazione energetica. Qui trovi le info su ogni regione.
Richiedi il TUO certificato energetico!
01Giu/16

Il Certificatore Energetico

Certificatore energetico

certificatore energetico

L’Attestato di Prestazione Energetica, in assenza di una normativa regionale, può essere redatta da un tecnico abilitato alla progettazione di edifici ed impianti. In altre regioni il certificatore energetico deve essere un soggetto abilitato ed iscritto all’albo dei certificatori energetici. Oltre ai tecnici abilitati possono redigere i certificati energetici anche gli Enti pubblici e gli Organismi pubblici e privati qualificati e le società di servizi energetici – ESCO (decreto del Presidente della Repubblica del 16 aprile 2013, n. 75 , entrato in vigore il 12/07/2013, coordinato con le modifiche introdotte dalla Legge 21 febbraio 2014, n.9, regola e disciplina, nell’Art 2, i requisiti dei soggetti abilitati alla certificazione energetica degli edifici; mentre nell’Art 3 precisa i requisiti di indipendenza e di imparzialità di tali soggetti abilitati).

I tecnici con l’abilitazione professionale devono essere in possesso di un titolo di studio specifico (laurea, diploma di istruzione tecnica) ed essere iscritti ai relativi ordini e collegi professionali. Invece i laureati e i diplomati di istruzione tecnica senza l’abilitazione alla progettazione di edifici devono essere in possesso anche di un attestato di frequenza di uno dei corsi di formazione specifica (es. Cened e riconosciuti dall’O.d.A.), con superamento dell’esame finale

Il tecnico certificatore all’atto di sottoscrizione dell’attestato, deve firmare una dichiarazione d’indipendenza e imparzialità di giudizio, pertanto deve dichiarare di non avere conflitti di interesse, non ci deve essere coinvolgimento diretto o indiretto nel processo di progettazione e realizzazione dell’edificio da certificare o con i produttori dei materiali e dei componenti in esso incorporati nonché rispetto ai vantaggi che possano derivarne al richiedente, che in ogni caso non deve essere né il coniuge né un parente fino al quarto grado;(http://www.gazzettaufficiale.it/eli/id/2013/06/27/13G00115/sg)

Il compito del certificatore energetico è di raccogliere i dati relativi all’immobile mediante il sopralluogo, durante il quale si analizzano le caratteristiche architettoniche dell’edificio (involucro, la zona climatica, i ponti termici, ecc.), la tipologia impiantistica (tipo di caldaia, presenza di pompe di calore, tipologia dei radiatori, ecc.) e si reperisce tutta la documentazione necessaria (libretto dell’impianto di riscaldamento, dati catastali, ecc.).

Dopo aver analizzato la situazione energetica dell’immobile ed aver definito la classe energetica, il certificatore energetico indica gli interventi migliorativi necessari indicando la classe energetica raggiungibile a seguito delle modifiche.

In questo modo l’acquirente dell’immobile potrà rendersi conto dei lavori che dovrà affrontare per poter avere delle migliorie a livello di prestazioni energetiche dell’immobile.

Dopo aver redatto l’attestato di prestazione energetica, il certificatore energetico ha tempo quindici giorni per inviare la registrazione alla Regione o Provincia autonoma competente per territorio, in seguito il certificatore procede alla consegna dell’APE al cliente.

Contattaci

Approfondimenti sull'Attestato di Prestazione Energetica

Certificato energetico
Diagnosi energetica
Costo certificazione energetica APE
Detrazione fiscale
APE regione per regione
Validità e vizi di forma dell’APE
Procedura di consegna dell’APE
Precisazioni sull’APE
Nuovo Attestato di Prestazione Energetica
Problematiche tra vecchio e nuovo APE

Qui trovi maggiori informazioni su:
progettazione architettonica,
pratiche catastali ed edili...

ALTRI SERVIZI DI PROGETTAZIONE


Qui trovi maggiori informazioni su:
progettazione architettonica,
pratiche catastali ed edili, riqualificazione energetica, direzione lavori...

Maggiori informazioni sulla certificazione energetica

CERTIFICATO ENERGETICO


Il certificato energetico, chiamato anche Attestato di prestazione energetica A.P.E. è un documento obbligatorio da redigere nei seguenti casi...

DETRAZIONE FISCALE


In caso di ristrutturazione edilizia è possibile ottenere la detrazione fiscale di parte della spesa sostenuta...

IL CERTIFICATORE ENERGETICO


L'Attestato di Prestazione Energetica, in assenza di una normativa regionale, può essere redatta da un tecnico abilitato alla progettazione di edifici ed ...

PRECISAZIONI SULL'APE


Dall'applicazione del decreto n. 6480/2015 sono emerse ulteriori casistiche, pertanto si è reso necessario dover apportare delle integrazioni...

VALIDITA' DELL'APE


l’Attestato di Prestazione Energetica ha una idoneità massima di 10 anni a partire dalla data di registrazione della pratica nel Catasto Energetico...

DIAGNOSI ENERGETICA


La diagnosi energetica è una valutazione complessiva di un immobile concernente il consumo energetico. Si tratta di una relazione molto approfondita...

COSTO DELL'APE


Per quanto riguarda i costi dell’Attestato di Prestazione Energetica (Ex-ACE) c’è molta confusione. Variano da 40€ a 600€. Perché?

APE REGIONE PER REGIONE


Ogni regione e provincia autonoma ha la possibilità di legiferare liberamente in merito alla certificazione energetica. Qui trovi le info su ogni regione.
Richiedi il TUO certificato energetico!
01Giu/16

Validità e vizi di forma dell’APE

Validità e vizi di forma dell'APE

Home-checklist

Secondo il decreto n.6480 del 30/07/2015 l’Attestato di Prestazione Energetica ha una idoneità massima di 10 anni a partire dalla data di registrazione della pratica nel Catasto Energetico Edifici Regionale eseguita da un tecnico accreditato (certificatore energetico).

L’idoneità dell’Attestato potrebbe decadere prima dei 10 anni a seguito di interventi che modifichino la prestazione energetica dell’unità immobiliare o nel caso di variazione della destinazione d’uso. Quindi dovrà essere aggiornato a ogni intervento di ristrutturazione o riqualificazione che riguardi elementi edilizi o impianti tecnici in maniera tale da modificare la classe energetica dell’edificio o dell’unità immobiliare.

A tal fine, nel caso di trasferimento e di locazione di edifici, già dotati di Attestato di Prestazione Energetica, dovrà essere inserito nell’atto, per dichiarazione resa dall’alienante o dal locatore, l’inesistenza di cause determinative delle decadenze di cui sopra. La validità temporale massima è altresì subordinata al rispetto delle prescrizioni per le operazioni di controllo di efficienza energetica degli impianti tecnici dell’edificio, in particolare per gli impianti termici, comprese le eventuali necessità di adeguamento previste dai provvedimenti regionali attuativi dell’articolo 9 della Legge regionale 11 dicembre 2006 – n. 24 e s.m.i..

Nel caso di mancato rispetto di dette disposizioni, l’APE decade il 31 dicembre dell’anno successivo a quello in cui è prevista la prima scadenza non rispettata per le predette operazioni di controllo di efficienza energetica. Per tutti gli usi previsti il libretto di impianto aggiornato all’ultima manutenzione effettuata deve essere allegato in originale o in copia conforme, in forma cartacea o elettronica.

Validità e vizi di forma | casi in cui l'APE non è valido

A prescindere dalla validità decennale dell’APE ci possono essere altri motivi per i quali l’APE potrebbe perdere la validità.

I contenuti minimi del nuovo APE (decreto 26/06/2015) devono essere:

  • l’indice di prestazione energetica globale (EPgl);

  • la classe energetica determinata attraverso l’indice di prestazione energetica globale, espresso in energia primaria non rinnovabile;

  • la qualità energetica del fabbricato ai fini del contenimento dei consumi energetici per il riscaldamento e il raffrescamento;

  • i valori di riferimento, quali i requisiti minimi di efficienza energetica vigenti a norma di legge;

  • la quantità di emissione di anidride carbonica;

  • l’energia esportata;

  • gli interventi migliorativi: consigli per il miglioramento dell’efficienza energetica con le proposte degli interventi più significativi ed economicamente convenienti.

Contattaci

Approfondimenti sull'Attestato di Prestazione Energetica

Certificato energetico
Diagnosi energetica
Costo certificazione energetica APE
Detrazione fiscale
APE regione per regione
Validità e vizi di forma dell’APE
Procedura di consegna dell’APE
Precisazioni sull’APE
Nuovo Attestato di Prestazione Energetica
Problematiche tra vecchio e nuovo APE
Il Certificatore Energetico

Qui trovi maggiori informazioni su:
progettazione architettonica,
pratiche catastali ed edili...

ALTRI SERVIZI DI PROGETTAZIONE


Qui trovi maggiori informazioni su:
progettazione architettonica,
pratiche catastali ed edili, riqualificazione energetica, direzione lavori...

Maggiori informazioni sulla certificazione energetica

CERTIFICATO ENERGETICO


Il certificato energetico, chiamato anche Attestato di prestazione energetica A.P.E. è un documento obbligatorio da redigere nei seguenti casi...

DETRAZIONE FISCALE


In caso di ristrutturazione edilizia è possibile ottenere la detrazione fiscale di parte della spesa sostenuta...

IL CERTIFICATORE ENERGETICO


L'Attestato di Prestazione Energetica, in assenza di una normativa regionale, può essere redatta da un tecnico abilitato alla progettazione di edifici ed ...

PRECISAZIONI SULL'APE


Dall'applicazione del decreto n. 6480/2015 sono emerse ulteriori casistiche, pertanto si è reso necessario dover apportare delle integrazioni...

VALIDITA' DELL'APE


l’Attestato di Prestazione Energetica ha una idoneità massima di 10 anni a partire dalla data di registrazione della pratica nel Catasto Energetico...

DIAGNOSI ENERGETICA


La diagnosi energetica è una valutazione complessiva di un immobile concernente il consumo energetico. Si tratta di una relazione molto approfondita...

COSTO DELL'APE


Per quanto riguarda i costi dell’Attestato di Prestazione Energetica (Ex-ACE) c’è molta confusione. Variano da 40€ a 600€. Perché?

APE REGIONE PER REGIONE


Ogni regione e provincia autonoma ha la possibilità di legiferare liberamente in merito alla certificazione energetica. Qui trovi le info su ogni regione.
Richiedi il TUO certificato energetico!
01Giu/16

Nuovo Attestato di Prestazione Energetica

Nuovo Attestato di Prestazione Energetica

Dal 1° ottobre 2015 sono entrati in vigore tre nuovi decreti relativi all’Attestato di Prestazione Energetica (pubblicati in Gazzetta Ufficiale lo scorso 26 giugno pubblicati il 15 luglio 2015 sulla Gazzetta Ufficiale n. 162, S.O. n. 39, da parte del Ministero dello sviluppo economico) che modificano in modo rilevante la certificazione energetica in Italia.

A mutare sono le modalità di applicazione della metodologia di calcolo delle prestazioni energetiche degli edifici e l’attestato di prestazione energetica è uniforme su tutto il territorio nazionale.

In sintesi i principali cambiamenti:

1. Il primo decreto è inerente alla “Applicazione delle metodologie di calcolo delle prestazioni energetiche e definizione delle prescrizioni e dei requisiti minimi degli edifici”:

Il decreto definisce le modalità di applicazione della metodologia di calcolo delle prestazioni energetiche degli edifici, incluso l’utilizzo delle fonti rinnovabili, con l’informazione delle prescrizioni e i requisiti minimi in materia di prestazioni energetiche degli edifici e unità immobiliari.

I criteri generali di cui al comma 1 si applicano agli edifici pubblici e privati, siano essi edifici di nuova costruzione o edifici esistenti sottoposti a ristrutturazione.

2. Il secondo decreto “Schemi e modalità di riferimento per la compilazione della relazione tecnica di progetto ai fini dell’applicazione delle prescrizioni e dei requisiti minimi di prestazione energetica negli edifici”:

Il decreto definisce gli schemi e le modalità di riferimento per la compilazione della relazione tecnica di progetto, in funzione delle diverse tipologie di lavori: nuove costruzioni, ristrutturazioni importanti, interventi di riqualificazione energetica.

3. Il terzo decreto “Adeguamento del decreto del Ministro dello sviluppo economico, 26 giugno 2009 – Linee guida nazionali per la certificazione energetica degli edifici:

Il presente decreto si pone la finalità di favorire l’applicazione omogenea e coordinata dell’attestazione della prestazione energetica degli edifici e delle unità immobiliari.

Il presente decreto definisce:

a) le Linee guida nazionali per l’attestazione della prestazione energetica degli edifici;

b) gli strumenti di raccordo, concertazione e cooperazione tra lo Stato e le regioni;

c) la realizzazione di un sistema informativo comune per tutto il territorio nazionale per la gestione di un catasto nazionale degli attestati di prestazione energetica e degli impianti termici.

Grazie alla nuova normativa si avrà in tutta Italia (eccetto le province autonome) una metodologia omogenea per definire le classi degli edifici. Anche il formato grafico sarà lo stesso per tutte le regioni.

Contattaci

Approfondimenti sull'Attestato di Prestazione Energetica

Certificato energetico
Diagnosi energetica
Costo certificazione energetica APE
Detrazione fiscale
APE regione per regione
Validità e vizi di forma dell’APE
Procedura di consegna dell’APE
Precisazioni sull’APE
Problematiche tra vecchio e nuovo APE
Il Certificatore Energetico

Qui trovi maggiori informazioni su:
progettazione architettonica,
pratiche catastali ed edili...

ALTRI SERVIZI DI PROGETTAZIONE


Qui trovi maggiori informazioni su:
progettazione architettonica,
pratiche catastali ed edili, riqualificazione energetica, direzione lavori...

Maggiori informazioni sulla certificazione energetica

CERTIFICATO ENERGETICO


Il certificato energetico, chiamato anche Attestato di prestazione energetica A.P.E. è un documento obbligatorio da redigere nei seguenti casi...

DETRAZIONE FISCALE


In caso di ristrutturazione edilizia è possibile ottenere la detrazione fiscale di parte della spesa sostenuta...

IL CERTIFICATORE ENERGETICO


L'Attestato di Prestazione Energetica, in assenza di una normativa regionale, può essere redatta da un tecnico abilitato alla progettazione di edifici ed ...

PRECISAZIONI SULL'APE


Dall'applicazione del decreto n. 6480/2015 sono emerse ulteriori casistiche, pertanto si è reso necessario dover apportare delle integrazioni...

VALIDITA' DELL'APE


l’Attestato di Prestazione Energetica ha una idoneità massima di 10 anni a partire dalla data di registrazione della pratica nel Catasto Energetico...

DIAGNOSI ENERGETICA


La diagnosi energetica è una valutazione complessiva di un immobile concernente il consumo energetico. Si tratta di una relazione molto approfondita...

COSTO DELL'APE


Per quanto riguarda i costi dell’Attestato di Prestazione Energetica (Ex-ACE) c’è molta confusione. Variano da 40€ a 600€. Perché?

APE REGIONE PER REGIONE


Ogni regione e provincia autonoma ha la possibilità di legiferare liberamente in merito alla certificazione energetica. Qui trovi le info su ogni regione.
Richiedi il TUO certificato energetico!
01Giu/16

Procedura di consegna dell’APE

Procedura di consegna dell'APE

A partire dal 01/10/2015 è cambiata la procedura di consegna dell’APE (ai sensi del D.M. Sviluppo Economico del 26/06/2015 Allegato 1 “Linee guida nazionali per l’Attestazione della Prestazione Energetica – APE degli edifici”).

Il certificato deve essere prima inviato alla Regione e poi consegnato entro quindici giorni al committente, dopo aver effettuato la registrazione presso il catasto energetico, il certificatore energetico deve consegnare a ciascun proprietario dell’immobile oggetto di APE:

  • il file originale dello stesso firmato digitalmente ed una copia cartacea;

  • file di interscambio dati firmato digitalmente e registrato nel Catasto Energetico Edifici Regionale (CEER);

  • dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà (ex artt 19 e 47 DPR 445/2000) in cui lo stesso Certificatore dichiara che tale copia è conforme al file depositato nel Catasto Energetico Edifici Regionale – CEER. (in Lombardia quest’ultima parte è stata cambiata con decreto n. 6480 del 30/07/2015).

Dall’applicazione del decreto n. 6480/2015 (in Lombardia) sono emerse ulteriori casistiche, pertanto si è reso necessario dover apportare delle integrazioni. Con il Decreto n. 224 del 18/01/2016 sono state approvate le integrazioni alla disciplina per l’efficienza energetica degli edifici definita con decreto n. 6480 del 30/07/2015.

Le novità principali sono:

  • è modificata la dichiarazione di conformità del certificatore. Con la nuova formulazione la dichiarazione di conformità funge da dichiarazione sostitutiva dell’atto di notorietà con il quale il professionista dichiara che la copia cartacea è conforme al file depositato nel Catasto Energetico Edifici Regionale;

  • il libretto di impianto deve essere obbligatoriamente allegato all’Attestato di Prestazione Energetica consegnato all’acquirente o locatario prima della stipula del contratto e non necessariamente unito all’APE allegato al contratto medesimo, in sede di stipulazione;

  • per i provvedimenti giudiziali portanti trasferimenti immobiliari conseguenti a procedure esecutive individuali o concorsuali, si conferma l’esclusione dell’obbligo di allegazione dell’APE;

  • le disposizioni vigenti in caso di ampliamento volumetrico;

  • le disposizioni relative alla sostituzione del generatore di calore, all’installazione di pompe di calore di potenza inferiore a 15 kW e di impianti alimentati a biomassa e all’obbligo di integrazione delle Fonti Energetiche Rinnovabili.

Procedura di consegna dell'APE | Asseverazione

L’obbligo di allegazione dell’asseverazione è assolto mediante allegazione dell’Attestato di Prestazione Energetica perché è implicita nella dichiarazione di conformità resa dallo stesso certificatore e dallo stesso firmata in calce al documento.

Attraverso l’asseverazione dell’Attestato di Prestazione Energetica, il certificatore energetico assume la responsabilità di non trovarsi in nessuna delle condizioni di incompatibilità.

Inoltre a decorrere dal primo ottobre 2015 ai sensi dell’articolo 5 del Decreto interministeriale 26 giugno 2015 ”Adeguamento alle linee guida nazionali per la certificazione energetica degli edifici”, ai fini del riconoscimento della validità dell’APE per tutti gli usi previsti dalla legge, non è più necessaria la marcatura temporale.

Invece dal 1 marzo 2013 gli APE dovranno essere contrassegnati da firma digitale valida nella data di registrazione.

Procedura di consegna dell'APE | Condizioni di incompatibilità

Il certificatore energetico non può svolgere attività di certificazione sugli edifici per i quali è proprietario o sia stato coinvolto (sia personalmente o anche in qualità di dipendente, socio o collaboratore di un’azienda terza), in una delle seguenti attività:

  • progettazione dell’edificio o di qualsiasi impianto tecnico in esso presente;

  • costruzione dell’edificio o di qualsiasi impianto tecnico in esso presente;

  • amministrazione dell’edificio;

  • fornitura di energia per l’edificio;

  • gestione e/o manutenzione di qualsiasi impianto presente nell’edificio;

  • connesse alla funzione di responsabile servizio prevenzione e protezione (RSPP) ai sensi del Decreto legislativo 9 aprile 2008, n. 81; connesse alla funzione di coordinatore per la progettazione e per l’esecuzione dei lavori ai sensi del Decreto legislativo 9 aprile 2008, n. 81;

  • connesse alla funzione di direzione lavori.

Procedura di consegna dell'APE | Dichiarazione di indipendenza

Per i motivi sopra elencati il tecnico certificatore all’atto di sottoscrizione dell’attestato, ai fini di assicurare indipendenza e imparzialità di giudizio, deve dichiarare l’assenza di conflitto di interessi ovvero dichiara di non avere avuto coinvolgimento diretto o indiretto con produttori di materiali e componenti incorporati nell’immobile oggetto della presente certificazione, nonchè rispetto ai vantaggi che possano derivarne al richiedente.

  • nel caso di certificazione di edifici di nuova costruzione: l’assenza di conflitto di interessi, tra l’altro espressa attraverso il non coinvolgimento diretto o indiretto nel processo di progettazione e realizzazione dell’edificio da certificare o con i produttori dei materiali e dei componenti in esso incorporati nonché rispetto ai vantaggi che possano derivarne al richiedente, che in ogni caso non deve essere né il coniuge né un parente fino al quarto grado;

  • nel caso di certificazione di edifici esistenti: l’assenza di conflitto di interessi, ovvero di non coinvolgimento diretto o indiretto con i produttori dei materiali e dei componenti in esso incorporati nonché rispetto ai vantaggi che possano derivarne al richiedente, che in ogni caso non deve essere né coniuge né parente fino al quarto grado.

Con l’entrata in vigore del DPR 16 aprile 2013, n. 75 (12/07/2013) le nuove dichiarazioni di indipendenza da utilizzare sono le seguenti:

  • nel caso di certificazione di edifici di nuova costruzione;

  • nel caso di certificazione di edifici esistenti;

  • nel caso di aggiornamento della certificazione energetica di cui all’articolo 6, comma 5, del DLgs 192/205 di edifici sottoposti ad adeguamenti impiantistici, compresa la sostituzione del generatore di calore;

  • nel caso di certificazione eseguita da dipendente e che operi per conto di ente pubblico ovvero di organismo di diritto pubblico operante nel settore dell’energia e dell’edilizia (art. 3, il comma 1-bis del D.P.R. 16 aprile 2013, n. 75)

Contattaci

Approfondimenti sull'Attestato di Prestazione Energetica

Certificato energetico
Diagnosi energetica
Costo certificazione energetica APE
Detrazione fiscale
APE regione per regione
Validità e vizi di forma dell’APE
Precisazioni sull’APE
Problematiche tra vecchio e nuovo APE
Il Certificatore Energetico
Nuovo Attestato di Prestazione Energetica

Qui trovi maggiori informazioni su:
progettazione architettonica,
pratiche catastali ed edili...

ALTRI SERVIZI DI PROGETTAZIONE


Qui trovi maggiori informazioni su:
progettazione architettonica,
pratiche catastali ed edili, riqualificazione energetica, direzione lavori...

Maggiori informazioni sulla certificazione energetica

CERTIFICATO ENERGETICO


Il certificato energetico, chiamato anche Attestato di prestazione energetica A.P.E. è un documento obbligatorio da redigere nei seguenti casi...

DETRAZIONE FISCALE


In caso di ristrutturazione edilizia è possibile ottenere la detrazione fiscale di parte della spesa sostenuta...

IL CERTIFICATORE ENERGETICO


L'Attestato di Prestazione Energetica, in assenza di una normativa regionale, può essere redatta da un tecnico abilitato alla progettazione di edifici ed ...

PRECISAZIONI SULL'APE


Dall'applicazione del decreto n. 6480/2015 sono emerse ulteriori casistiche, pertanto si è reso necessario dover apportare delle integrazioni...

VALIDITA' DELL'APE


l’Attestato di Prestazione Energetica ha una idoneità massima di 10 anni a partire dalla data di registrazione della pratica nel Catasto Energetico...

DIAGNOSI ENERGETICA


La diagnosi energetica è una valutazione complessiva di un immobile concernente il consumo energetico. Si tratta di una relazione molto approfondita...

COSTO DELL'APE


Per quanto riguarda i costi dell’Attestato di Prestazione Energetica (Ex-ACE) c’è molta confusione. Variano da 40€ a 600€. Perché?

APE REGIONE PER REGIONE


Ogni regione e provincia autonoma ha la possibilità di legiferare liberamente in merito alla certificazione energetica. Qui trovi le info su ogni regione.
Richiedi il TUO certificato energetico!